Aspettando il Meeting

Carissimi amici, ormai mancano pochissimi giorni al Meeting internazionale dei giovani che si svolgerà dal 13 al 16 agosto prossimi a San Martino di Schio e per tutti gli organizzatori e i volontari l’adrenalina è alle stelle! Per questo vogliamo chiedere anche il vostro sostegno nella preghiera perchè, veramente, il meeting sia lo strumento di evangelizzazione che Gesù e Maria desiderano!
E naturalmente non perdiamo occasione per rinnovarvi l’invito a nome della Regina dell’Amore a partecipare numerosi: passate parola!!!!
Tutte le novità su  www.meetingdeigiovani.it

Dice Maria il 15 agosto del 2000 ( Monte di Cristo)-Assunzione B.V.Maria:

Benedite con me il Padre.Figli miei, vivete questo giorno con gioia, preludio della vostra gioia eterna da me preceduta. Affrettatevi ad unirvi intorno a me ed io vi prenderò tutti come figli.Come l’Eucaristia, io sono il segno lasciatovi da Gesù per l’unità della Chiesa e dei figli di Dio; questi segni, ora, sono diventati, a causa dei peccati di tanti miei figli, segni di divisione.Abbiate i frutti dello Spirito che vi riempiono di amore e di intelletto e avvenga, come di voi, che tutte le generazioni mi chiameranno beata.La mia benedizione a tutti voi che con la mia Chiesa mi onorate.

 

XXIV Meeting internazionale dei giovani

Cari amici del gruppo giovani Regina dell’Amore, un caloroso saluto! Finalmente possiamo annunciare il programma definitivo del prossimo XXIV Meeting Internazionale dei Giovani organizzato dal nostro Movimento; quest’anno sarà ancora più emozionante con l’Anniversario dei trent’anni dalla prima apparizione di Maria a Renato.
In occasione dell’Anno indetto da Papa Francesco sulla Vita Consacrata, il meeting si intitolerà “Tutti tuoi o Maria… Madre delle Vocazioni” e durante tutta la manifestazione avremmo modo di ascoltare testimonianze, pregare e stare insieme con Gesù e Maria per meditare sulla vocazione a cui ci chiama Dio.
Tanta spiritualità con Sante Messe solenni, Lodi e Vespri ogni giorno, Adorazioni Eucaristiche, Santi Rosari e processioni. Ma anche ospiti d’eccellenza come Mons. Luigi Negri, Vescovo di Ferrara, e Gianfranco Amato, presidente dei “Giuristi per la Vita” che toccherà temi scottanti come quello dell’ideologia del Gender che si sta imponendo nella nostra società.
E ancora spettacoli con la rappresentazione teatrale dei “Fiori di Maria”, Rachele Consolini con il suo concerto-testimonianza, e il “Mondo canta Maria” in versione speciale XXX anniversario delle apparizioni con “special guest” Roberto Bignoli e Frate Alessandro, la voce di Assisi, accompagnati dall’orchestra sinfonica A.M.O.
Cosa ne pensate? Ce n’è per tutti i gusti, quindi non mancate alla più grande festa della fede dedicata a tutti i giovani!
Seguiteci su Facebook e sul sito www.meetingdeigiovani.it

 

 

“Diritto all’aborto” promosso dall’Europa

Lo scorso 10 gennaio del 2013 il Parlamento Europeo ha respinto la cosiddetta “Relazione Estrela” sui diritti sessuali e riproduttivi. Invece, i parlamentari hanno approvato una risoluzione per riaffermare il principio di sussidiarietà che disciplina l`Unione Europea:

L`elaborazione e l`implementazione di politiche per la salute sessuale e riproduttiva e l`educazione sessuale nelle scuole sono di competenza degli Stati membri.

 Il messaggio era chiaro: l`Unione Europea non è in grado di prendere decisioni in materia di aborto o di educazione sessuale nelle scuole; ma si tratta di competenze nazionali che, in nessun modo, devono essere risolte a Bruxelles.

Firma la petizione

No al diritto all’Aborto! Petizione indirizzata ai Deputati del Parlamento europeo

Onorevoli Deputati del Parlamento europeo,
presto potreste essere chiamati a votare la relazione sulla parità di genere nel 2013 elaborata dal deputato belga di centro sinistra Marc Tarabella e approvata il 20 gennaio dallaCommissione per i diritti della Donna.
Il paragrafo 14 della risoluzione promuove un presunto “diritto all’aborto” assolutamente inacettabile.
Come ricorderete, già l’anno scorso centinaia di migliaia di cittadini europei si erano opposti alla relazione Estrela su“Salute e diritti sessuali e riproduttivi” ottenendone la bocciatura da parte del Parlamento europeo.
Adesso, ancora una volta, Vi chiedo di votare contro quella che ritengo una ingerenza a dir poco sorprendente su una tematica, quella dell’aborto, che dovrebbe essere di stretta competenza di ogni singolo Stato membro.

Rieducazione gender: 10.000 volte no!

Continuano a salire i numeri della petizione che SOS Ragazzi ha da poco lanciato per fermare l’avanzata dell’ideologia del gender nelle scuole.

Infatti, dopo poche settimane, abbiamo già raggiunto e superato quota 10.000 firme e i numeri continuano ad aumentare! Certamente un risultato molto incoraggiante e un segno di speranza che ci conferma una volta di più che in Italia esiste un popolo silenzioso (ignorato dai media ma presente) che non ci sta a rimanere inerte mentre le nostre scuole stanno diventando campi di rieducazione e la politica studia leggi per distruggere l’istituzione familiare.

La petizione di SOS Ragazzi si rivolge quindi direttamente al Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini, per chiederle una presa di posizione di chiara e netta condanna nei confronti del continuo ripetersi di episodi di introduzione dell’ideologia gender sui banchi delle scuole italiane.

Se non hai ancora firmato la petizione indirizzata al Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini, lo potrai fare cliccando qui

No al “divorzio breve”, per difendere i figli di tutti e preservare il matrimonio

Il 30 maggio 2014 la Camera ha approvato la proposta di legge sul divorzio breve, ora al vaglio del Senato. Se anche il Senato approverà il disegno di legge, i tempi per il divorzio si ridurranno drasticamente: 12 mesi in caso di contenzioso e 6 se consensuale. La presenza o meno di figli non influirà sui modi e i tempi della procedura.

Vi invitiamo a firmare la petizione a questo indirizzo

Petizione Difendiamo “Uno di Noi”!

Con oltre 1,7 milioni di firme, “Uno di Noi” è stata l’Iniziativa Europea con maggior successo finora. Ed è tutto grazie a voi, che avete reso possibile questo successo, esprimendo a gran voce il vostro sostegno e raccogliendo firme per mesi.

L’Iniziativa “Uno di Noi” sta affrontando un ultimo ostacolo e, per essere riconosciuta ufficialmente, ha bisogno del tuo aiutoun’ultima volta.

Ecco il link

Protestiamo contro la fecondazione eterologa!

Con la sentenza del 9 aprile 2014 la Corte Costituzionale ha introdotto in Italia la possibilità di accedere alla fecondazione eterologa.

Questa sentenza cancella così in un sol colpo la volontà popolare circa questo tema, che i cittadini italiani espressero chiaramente nel referendum del giugno 2005.

La Corte Costituzionale, oltre ad essersi arrogata il diritto a legiferare – diritto riservato al Parlamento -, non ha minimamente tenuto in considerazione il diritto del nascituro ad avere due figure genitoriali e non tre come di fatto avviene in caso di fecondazione eterologa.

Vi invitiamo a firmare la seguente petizione

 

Petizione contro l’abolizione dell’obiezione di coscienza

Gentile sostenitore,
ti scrivo oggi perché tutti i medici obiettori di coscienza hanno bisogno del tuo sostegno!
Purtroppo stiamo correndo un grave rischio: il diritto alla Obiezione di Coscienza potrebbe essere revocato definitivamente a tutti i medici italiani!

Tra la fine di maggio e inizio di giugno infatti potrebbe essere approvata la sostanziale modifica del codice deontologico dei medici; modifica che appunto andrebbe a lederne irrimediabilmente il diritto alla obiezione di coscienza.

La prospettiva di questa modifica non è per nulla rassicurante e per questo Generazione Voglio Vivere ha deciso di promuovere una nuova petizione per manifestare al Dott. Amedeo Bianco, Presidente della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici, la contrarietà  di tutti i sostenitori di Generazione Voglio Vivere che vorranno partecipare a qualsiasi modifica al codice deontologico dei medici che leda il loro diritto all’obiezione di coscienza!

Nonostante numerose buone notizie a favore della difesa della vita, la revoca del diritto alla Obiezione di Coscienza potrebbe segnare negativamente il 2014.

No all’ideologia Gender nelle scuole

Vi invitiamo a firmare la petizione per le dimissioni del direttore UNAR De Giorgi, che ha commissionato e autorizzato la diffusione di tre opuscoli intitolati “Educare alla diversità a scuola” (qui quello destinato alla scuola primaria). Questi libretti, destinati agli insegnanti, hanno il preciso scopo di INCULCARE NEGLI ALUNNI , DALLE ELEMENTARI ALLE SUPERIORI, L’IDEOLOGIA GENDER

Per firmare clicca qui