Via Crucis dei bambini

Oltre agli incontri ordinari di ogni seconda domenica del mese, nella vita del nostro movimento ci sono due appuntamenti importantissimi dedicati ai bambini:  l’affidamento a Maria ogni prima domenica del mese di ottobre e la via crucis dei bambini la prima settimana di Giugno.
Quest’anno la provvidenza ha voluto che l’ultimo giorno di maggio fosse domenica e abbiamo pensato fosse molto bello concludere il mese Mariano assieme alle famiglie e ai più piccoli.
Come ogni anno il gruppo giovani Regina dell’Amore si impegna a preparare con tanta attenzione questo evento molto apprezzato, con l’intento di seminare nel cuore dei bimbi il desiderio di essere più buoni seguendo Gesù, anche se costa sacrificio e pregando Maria, la mamma di tutti; dobbiamo dire che questa fatica viene sempre abbondantemente ripagata dall’entusiasmo dei bimbi, dalla gioia dei presenti e dalla grazia del Signore che supera sempre le nostre aspettative.
Ci siamo ritrovati ai piedi del Monte di Cristo per iniziare questa via in molti, bambini e genitori ed anche una scolaresca con le catechiste e dobbiamo dire che questo ci ha fatto veramente piacere e ci auguriamo che sia stato solo un inizio e che il prossimo anno molti altri seguano lo stesso esempio.
Abbiamo preparato un grande cuore rosso con attaccati sopra degli adesivi con scritte quelle mancanze che tutti i bambini sono soliti fare; ad ogni stazione ci siamo fermati ed abbiamo tolto uno per uno questi adesivi e quindi tutte le cose che pesano nel cuore nostro e in quello di Gesù, impegnandoci ad essere migliori e non farle più. Durante il tragitto i bimbi hanno trovato delle parole scritte per terra e sono venuti al microfono a leggerle: ha rovesciato i troni, gli umili, l’anima, il Signore… sono le parole della preghiera del Magnificat che hanno sostituito, una volta arrivati in cima al colle, le parole appiccicate e tolte dal nostro grande cuore rosso. Durante il tragitto abbiamo cantato, pregato, giocato ed anche fatto silenzio, abbiamo imparato che dire  l’Ave Maria  è come chiamare mamma tante volte ed i bambini nella loro semplicità ci hanno dato una bella lezione:
“Adesso bimbi diremo una decina del rosario”
“E che cosa vuol dire?”
“Vuol dire 10 Ave Maria”
“Così tanteeee?”
“Cari bimbi, quante volte chiamate la mamma durante il giorno, 20?”
“Di piùùùùù!!!!! La chiamiamo mille volte.”
“Ecco, dire l’Ave Maria è chiamare la mamma del cielo per chiedere il suo aiuto, per dirle che vogliamo stia vicino a noi”
“Ma…allora dieci sono troppo pocheeeee. Ne dobbiamo dire di piùùùùù!”
Il tutto si è concluso con la foto di gruppo e con il lancio delle caramelle che i bambini apprezzano particolarmente. In questo clima di gioia non abbiamo potuto fare altro che ringraziare Maria: noi credevamo di aver fatto qualcosa per Lei, credevamo di aver donato qualcosa a nome suo, invece ci siamo resi conto che abbiamo ricevuto il cento per uno.
foto 1 foto 2 foto 3